La cessione pro soluto del credito è uno degli strumenti finanziari più semplici e vantaggiosi per avere liquidità immediata, grazie alla possibilità di incassare il credito in un’unica soluzione e in tempi rapidi.

Ad esempio un credito di 100.000€, valutato dall’investitore al 98%, consente all’impresa di incassare subito 98.000€, senza attendere i ritardi della pubblica amministrazione.

  • L’operazione non viene registrata in Centrale Rischi e consente di liberare le linee di credito, migliorare il rating aziendale e alleggerire la gestione dato che tutte le incombenze legate al recupero del credito sono in capo all’investitore.
  • Istruttoria e offerta sono gratuite e il tasso di sconto è deducibile fiscalmente.
  • Il costo è totalmente trasparente e tra i più bassi del mercato.

Come funziona

La cessione è semplice e trasparente. Il team di CreHo fornisce assistenza durante tutto il processo, che richiede in genere 10 giorni.
0
ORE

Valutazione della fornitura e invio della proposta al cedente

0
GIORNI

Istruttoria del cedente

0
GIORNI

Cessione notarile o attraverso la Piattaforma dei Crediti Commerciali

Nella proposta commerciale viene chiaramente indicata l’eventuale commissione spettante a CreHo determinata in funzione della complessità della pratica.

Il pagamento avviene entro termini chiaramente determinati e senza incertezze.

Scarica la scheda tecnica del pro soluto Creho
DOWNLOAD

Lavori con la PA o hai crediti IVA e non vuoi più attendere i tempi di pagamento?

Scopri subito le nostre soluzioni di cessione dei crediti verso la PA e crediti IVA.







    Informativa Privacy

    (obbligatorio).

    VANTAGGI

    Eliminare i crediti dal bilancio e migliorare gli indicatori finanziari (rating dell’impresa) – IAS/IFRS o US GAAP compliant
    Cedere il rischio di insolvenza
    Rafforzare la struttura patrimoniale
    Ottenere liquidità commisurata alle effettive esigenze dell’azienda
    Esternalizzare la gestione del credito e abbattere i costi amministrativi

    Quali imprese possono accedere?

    Imprese di ogni dimensione fornitrici della Pubblica Amministrazione o di altre aziende sia italiane sia estere (export factoring).

    Domande frequenti

    Come posso verificare se il mio credito è cedibile?

    È sufficiente iscriversi a CreHo, nella sezione dedicata ai crediti verso la pubblica amministrazione. Avrai modo di indicare debitore e importo del credito. Riceverai una valutazione preliminare entro poche ore (il servizio attualmente non è attivo durante il fine settimana).

    Qual è l'importo minimo cedibile?

    L’importo minimo cedibile è pari a € 30.000,00 derogabile previa valutazione. Per saperne di più, contatta uno specialista di CreHo.

    Come posso ottenere una quotazione per la cessione del credito?

    Con il semplice invio dell’atto di certificazione del credito, se disponibile, o delle fatture relative ai crediti insieme alla visura ordinaria della società (non anteriore a 2 mesi dalla data di invio), riceverà entro 48h una proposta preliminare sulla cessione del credito, totalmente gratuita e non vincolante.

    Quali pubbliche amministrazioni possono essere oggetto di cessione del credito?

    Tutte le pubbliche amministrazioni posso certificare il credito. In caso di dubbi, contatta pure lo specialista di CreHo.

    Quali documenti sono necessari per ottenere una valutazione sulla cedibilità del credito?

    Con il semplice invio dell’atto di certificazione del credito, se disponibile, o delle fatture relative ai crediti insieme alla visura ordinaria della società (non anteriore a 2 mesi dalla data di invio), riceverà entro 48h una proposta preliminare sulla cessione del credito, totalmente gratuita e non vincolante.

    Entro quanto tempo ottengo una valutazione di pre fattibilità?

    Entro 24/48 ore dall’iscrizione sulla piattaforma CreHo.

    Come viene determinato lo sconto applicato alla cessione?

    Lo sconto applicato alla cessione è determinato in base alla valutazione della Pubblica Amministrazione debitrice e ai tempi di incasso stimati.

    Possono cedere un credito già scontato con anticipo fatture in banca?

    Si, contatta subito uno specialista CreHo per avere tutte le informazioni necessarie.

    Quali costi dovrò sostenere per la cessione del credito?

    Non è previsto alcuno costo di istruttoria: pre-valutazione, istruttoria e gestione pratica sono totalmente gratuite. L’unico costo sostenuto è lo sconto applicato alla cessione inteso come differenza tra valore nominale del credito e valore ceduto oltre ad eventuali oneri di cessione notarile, applicabili solo a cessioni di crediti non certificati e crediti IVA. A seconda della tipologia di prodotto potrebbe venire applicata una commissione di mediazione chiaramente indicata nell’offerta commerciale iniziale e non superiore all’1% del valore nominale del credito ceduto.

    Qual è il costo di istruttoria per cessione dei crediti?

    L’istruttoria necessaria alla cessione del credito è totalmente gratuita.

    Quanto tempo è necessario dalla presentazione della pratica all'erogazione?

    10 giorni dall’accettazione della proposta preliminare

    Quali sono i costi di cessione notarile?

    I costi di cessione notarile dipendono dall’importo dei crediti e del numero di debitori. CreHo ha in essere convenzioni con studi notarili grazie alle quali i costi hanno un’incidenza molto ridotta. Contattaci per saperne di più.

    Ci sono dei benefici fiscali legati alla cessione?

    Si, il costo sostenuto per l’operazione è deducibile fiscalmente. link alla guida.

    Qual è l'impatto della cessione del credito sul bilancio?

    I crediti vengono eliminati dalla relativa voce di bilancio a fronte di un incremento della liquidità. Il costo sostenuto per l’operazione è deducibile fiscalmente (commissioni di factoring).

    La cessione dei crediti viene visualizzata in centrale rischi?

    La cessione pro soluto dei crediti non viene visualizzata in centrale rischi, in quanto, l’investitore è veicolo d’investimento che non ha l’obbligo di segnalazione in centrale rischi.

    Cosa accadrebbe nel caso il debitore non dovesse pagare l'importo a scadenza?

    A differenza dell’anticipo fatture o del factoring pro solvendo, la cessione pro soluto, oltre a non essere segnalata in Centrale Rischi di Banca d’Italia, permette di cedere all’investitore anche il rischio di insolvenza del debitore.

    La cessione del credito intacca il rapporto con la pubblica amministrazione?

    La cessione non ha impatto dal punto di vista operativo. Il cedente beneficia del fatto che non dove più occuparsi dell’incasso dei crediti e la Pubblica Amministrazione, in caso di rilascio dell’atto di certificazione, beneficia della dilazione del pagamento fino a 12 mesi.

    A chi verrà ceduto il credito?

    CreHo opera con primari istituti di credito nazionali (banche e factor), SGR e fondi di investimento.

    La cessione del credito intacca il mio rapporto con la banca?

    No, la cessione del credito non intacca/interferisce in modo negativo con alcun rapporto bancario in essere, al contrario, impatta in modo positivo diminuendo l’esposizione dell’impresa sugli affidamenti liberando le linee di credito con conseguente miglioramento del rating di bilancio.

    Devo aprire un conto corrente per la cessione del credito?

    No. Non è prevista l’apertura di alcun conto corrente o servizio accessorio per accedere al servizio di cessione pro soluto di CreHo.

    Quali effetti ha la cessione del credito sul merito creditizio dell'impresa?

    Impatta in modo estremamente positivo dato che da una parte l’impresa riduce la propria esposizione verso il sistema bancario o libera linee di credito e dall’altra i crediti vengono eliminati dalla relativa voce di bilancio a fronte di un incremento della liquidità. Il costo sostenuto per l’operazione è deducibile fiscalmente (commissioni di factoring). Di conseguenza la cessione ha un impatto positivo sul rating e quindi sul merito creditizio.

    Come viene trattata contabilmente una cessione pro soluto?

    I crediti vengono eliminati dalla relativa voce di bilancio a fronte di un incremento della liquidità. Il costo sostenuto per l’operazione è deducibile fiscalmente (commissioni di factoring).

    Quali garanzie è necessario rilasciare per la cessione del credito?

    Al cedente non è richiesta alcuna garanzia.

    Come viene trattata contabilmente una cessione pro soluto?

    I crediti vengono eliminati dalla relativa voce di bilancio a fronte di un incremento della liquidità. Il costo sostenuto per l’operazione è deducibile fiscalmente (commissioni di factoring).

    Come viene trattata contabilmente una cessione pro solvendo?

    La cessione viene contabilizzata allo stesso modo di un anticipo fatture.

    È possibile cedere crediti verso aziende municipalizzate?

    Per la cessione dei crediti verso le aziende municipalizzate, occorre una valutazione ad hoc.

    È possibile cedere contributi pubblici?

    No. È possibile cedere solo crediti derivanti da fatture emesse e non incassate.

    È possibile cedere crediti IVA?

    Si, è possibile cedere i crediti IVA.

    È possibile una cessione alternativa a quella notarile?

    Si, è possibile cedere il credito con Atto di Certificazione, rilasciato sulla Piattaforma dei Crediti Commerciali.

    Non ho l'Atto di Certificazione: posso cedere comunque il credito?

    Si, è possibile cedere il credito con atto notarile e notifica a mezzo Ufficiale Giudiziario.

    Come invio la documentazione per l'accesso al servizio?

    L’invio della documentazione avviene completamente on line, supportati dal nostro personale dedicato.

    Perché fare una cessione pro soluto invece di un anticipo fatture?

    Le due soluzioni NON sono confrontabili dato che l’anticipo fatture non ha tutte le caratteristiche della cessione pro soluto, che la rendono lo strumento più utilizzato dalle PMI Italiane. A differenza dell’anticipo fatture, la cessione pro soluto permette di cedere il rischio di insolvenza del debitore, non viene segnalata in centrale rischi e consente di avere un recupero fiscale sul costo di cessione. La cessione pro soluto ha inoltre un impatto positivo da un punto di vista organizzativo in quanto l’impresa non ha più l’onere di sollecitare il pagamento da parte della PA.

    La cessione pro soluto è un anticipo fatture?

    Le due soluzioni NON sono confrontabili dato che l’anticipo fatture non ha tutte le caratteristiche della cessione pro soluto, che la rendono lo strumento più utilizzato dalle PMI Italiane. A differenza dell’anticipo fatture, la cessione pro soluto permette di cedere il rischio di insolvenza del debitore, non viene segnalata in centrale rischi e consente di avere un recupero fiscale sul costo di cessione. La cessione pro soluto ha inoltre un impatto positivo da un punto di vista organizzativo in quanto l’impresa non ha più l’onere di sollecitare il pagamento da parte della PA.

    È possibile cedere crediti derivanti da decreto ingiuntivo?

    Sì, è possibile cedere crediti derivanti da decreti ingiuntivi esecutivi o da sentenze passate in giudicato previa analisi della relativa documentazione.

    E' possibile cedere crediti derivanti da atti transattivi?

    Sì, è possibile cedere crediti derivanti da atti transattivi previa analisi della relativa documentazione.

    È possibile cedere crediti verso un ente pubblico in dissesto o pre-dissesto?

    Sì, è possibile.

    Quanto costa la cessione?

    Il costo è chiaramente indicato nella proposta preliminare non vincolante. Questo è dato dallo sconto finanziario applicato dall’acquirente e dall’eventuale commissione di mediazione che, ove applicabile, è indicata nell’offerta commerciale iniziale. Detta commissione di mediazione è al massimo l’1% del valore nominale del credito ceduto.